L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.

(Sofocle)

Urukundo ha come obiettivi principali i progetti per l’autonomia, la scolarizzazione e l’integrazione dei popoli più emarginati. Il popolo Batwa in Burundi e Congo e le tribù Turkana e Samburu in Kenya.

Noi siamo un gruppo eterogeneo di persone, di diverse età e provenienze che hanno in comune un’esperienza vissuta con i popoli africani che ha scatenato in noi la passione per il volontariato a sostegno degli ultimi del mondo.
Ognuno di noi studia o lavora e cerca di vivere la sua vita con gli insegnamenti appresi dall’esperienza di chi vive delle cose semplici e primarie.

URUKUNDO É:

nicola-di-simone

NICOLA

Fulminato sulla strada di San Costanzo. Sogni per tutta la vita di poter toccare con mano il cuore dell’Africa, poi incontri due preti (Giancarlo ed Hermann), che ti spalancano le porte dell’Africa e ti rendi conto che tutta l’umanità di cui una volta eravamo dotati tutti si è rifugiata in Africa.

don-giancarlo

DON GIANCARLO

Testimoniate il Vangelo ad ogni creatura

davide-carboni

DAVIDE

Il grido dei più poveri mi ha chiamato, mi ha aperto il cuore e da allora che cammino con loro.

marta-carboni

MARTA

Avrei voluto portarla a casa

luca-guidi

LUCA

Quando fai questo tipo di esperienze…l’aiuto è reciproco

luciano-simoncini

LUCIANO

Il motivo del nostro impegno lo si legge negli occhi di ogni bambino

marta-sbrega

MARTA

Se incontri una volta questa gente sei fregato

annalisa-landini

ANNALISA

Passo dopo passo: noi, ora, insieme per i Nostri Amici uniti nella preghiera!

sauro-secchiaroli

SAURO

In questi postI, in mezzo a questa gente, puoi capire l’essenza della vita

margherita

MARGHERITA

Soltanto le montagne stanno ferme, gli uomini si incontrano.

alberta

ALBERTA

L’Africa è una opportunità, un viaggio introspettivo, dove è possibile riscoprire l’ autenticità e l’ essenzialità delle piccole cose.

Senza-titolo-1

GABRIELE

Nella grande semplicità e povertà dei burundesi…tanta, tanta dignità.

Senza-titolo-2

MATTEO

C’è più gioia nel dare che nel ricevere.

Senza-titolo-3

GELSOMINA

Andare la è una gioia infinta

Senza-titolo-4

PATRIZIO e GRAZIELLA

Parlando con diverse persone ci chiedono sempre: ma voi quante volte siete stati in Africa?
Noi mai stati! Collaboriamo e condividiamo da qua, perché è la missione non si realizza solo viaggiando in terre lontane, ma si realizza ovunque, con il vicino di casa, in famiglia, in parrocchia, nel posto di lavoro, essenziale è aprire il nostro cuore all’ascolto, alla condivisione, perchè Urukundo in una lingua africana significa AMORE!

Senza-titolo-1

WALTER

Tornato a casa non vedo l’ora di ripartire


APOSTOLI DEL BUON PASTORE BURUNDI

Sono Padre Eric MANIRAKIZA, un sacerdote del BURUNDI, membro della Congregazione degli apostoli del Buon Pastore e della Regina del Cenacolo. Attualmente sono in Italia a Fossombrone per poter ampliare i miei studi.

Vi presento brevemente chi siamo e che cosa facciamo.

L’Istituto degli Apostoli del Buon Pastore e della Regina del Cenacolo è una congregazione religiosa nata in Burundi in 1989. E’ stata fondata dal Vescovo Johachim RUHUNA che era Arcivescovo dell’archidiocesi di Gitega in Burundi, nel Centro dell’Africa. La Congregazione è nata per dare una mano nell’evangelizzazione perché quasi tutti i missionari venivano mandati via dal Governo. La Congregazione degli “ Apostoli del Buon Pastore e della Regina del Cenacolo” è nata anzitutto per occuparsi della pecora perduta del Vangelo, imitando Gesù, il Vero Buon Pastore che non è venuto per essere servito, ma per servire. Curiamo gli ultimi. Nei primi anni, ci occupavamo dei lebbrosi. Oggi sono i pigmei che sono per noi “le pecore perdute”, queste persone emarginate, senza niente nella loro vita: niente casa, niente da mangiare, né da vestirsi né da curarsi. Erano prima nomadi senza domicilio fisso, un popolo analfabeta, sconosciuto dagli altri componenti della popolazione perché non è inscritto nell’anagrafe.
Adesso con l’associazione Urukundo- Onlus, li aiutiamo a coltivare come lo fanno gli altri e ad avere un domicilio fisso costruendoli delle case attraverso il progetto “mattone”. Il progetto “carta d’identità” ci aiuta ad iscrivere nell’anagrafe i bambini pigmei e così beneficiano dei favori che hanno gli altri bambini e diminuiamo così il tasso della mortalità infantile. Col famoso progetto “adozione a distanza”, riusciamo a pagare tutte le tasse scolastiche dei ragazzi pigmei. Per questo, abbiamo un Collegio dove accogliamo i ragazzi che vanno a scuola. I primi sono nel secondo anno dell’università. Abbiamo messo a posto anche una scuola dei mestieri che apre le porta questo anno scolastico, 2016-2017, per ora con la Meccanica generale.

Leggi la Testimonianza di Herman Burundi / Giugno 2010
Sono Padre Herman Harakandi del Burundi, Africa centrale. Sono il cofondatore di una congregazione che si dedica ai Pigmei dal 1990… (leggi tutto)

emilio

EMILIO

eric

ERIC

paul-zenon-jean

PAUL, ZENON, JEAN

thaddee

THADEE

zenon

ZENON

Senza-titolo-1

GILBERT

CASA CONGREGAZIONE BURUNDI


Congregazione Society of Nirmala Dasi Sisters Kenya

Suor Mary Karedan, della Congregazione Society of Nirmala Dasi Sisters.
Thrissur, Kerala, India
Sr. Mary è presente in Kenya sin dai primi anni del 1987.
Suor Mary e con le sorelle della sua congregazione ha sempre gestito con molta cura le adozioni in Kenya, anche ora che don Luciano è tornato in Italia il progetto va avanti grazie al loro impegno