Progetto di scambio epistolare tra scuole italiane e burundesi

Ero partita nel Settembre 2012 con l’idea di realizzare un sogno: vedere l’Africa e mi sono ritrovata a girare per le scuole primarie e medie burundesi, parlando con le insegnanti e i presidi locali.
A quel tempo ero ancora una giovane tirocinante che studiava per diventare, un giorno, maestra.
L’idea è nata così, da un ricordo d’infanzia che si è scontrato per caso con la realtà del Burundi. Ho parlato con i pastori della Congregazione, con alcuni presidi e qualche insegnante e pouf…il progetto ha avuto inizio: i ragazzi dell’internato di Niabututsi hanno incontrato i loro amici di penna italiani. Si sono scambiati idee, auguri, foto, disegni e filmati.
Il progetto è iniziato in Burundi per atterrare in Italia.
Le prime scuole coinvolte sono state 2 classi della scuola primaria di Sant’Orso di Fano.
L’anno successivo sono diventate 5.
Oggi lo scambio prosegue nella scuola primaria di Sant’Orso ed è iniziato anche nella scuola Primaria a indirizzo Montessori di Fratte Rosa.
Il progetto prevede uno o due incontri di presentazione della realtà africana e in particolare quella burundese, attraverso video, testimonianze, giochi etc…a cui segue di solito il momento della consegna delle lettere, la loro lettura e la realizzazione delle risposte da parte dei bambini italiani.
Le lettere sono scritte in italiano e francese. Le modalità didattiche vengono di volta in volta concordate con le insegnanti a seconda delle esigenze e delle richieste personali.
Le lettere arrivano in Italia a inizio anno intorno al mese di Settembre-Ottobre, a Natale e a Pasqua. Arrivano attraverso i volontari che, di volta in volta, tornano dal Burundi.
Per il momento non vengono inviate per via postale a causa del rischio di smarrimento.