Progetto “Sorrisi Infiniti”

Il popolo Burundese credo sia l’espressione dell’amore. Mi è stato chiesto da padre Zenon (responsabile della Congregazione a Gitega) di fare il mio lavoro di Clown Dottore  presso la loro struttura e insegnarli come incontrare l’altro nelle situazioni più delicate grazie ai principi della Clown Terapia, “semplicemente” portando un Sorriso. Ho accettato entusiasta anche se un pò titubante visto  che non conoscevo la realtà Burundese;  sapendo che se si cerca di capire, ascoltare, vedere, sentire, respirare con il Cuore, rispettando chi abbiamo di fronte, ci si può avvicinare a vivere pienamente la Clown terapia,ed istintivamente ci ho creduto. 

La richiesta è di formare giovani, adulti, famiglie, laici, sacerdoti, religiosi e religiose; insomma tutti coloro che avranno un cuore pronto a donare e che vogliano sentirsi coinvolti in questa missione, così che in ciascuno potrà esistere un cuore pronto a donare Sorrisi Infiniti.

Grazie a questo percorso potranno essere più adeguati, anche nelle situazioni più estreme. Posso aiutarli ad imparare come entrare in contatto con le situazioni più delicate, che siano negli ospedali, negli orfanatrofi, popolazione Batwa (Pigmei), ovunque, sapendo che talvolta i Sorrisi possono essere celati agli occhi del mondo.

Dopo aver vissuto in prima persona la realtà Burundese sono ancora più convinta della magia, della forza e dell’importanza della Clown Terapia,che può essere realizzata anche su questo territorio con la conoscenza di ciò che si sta facendo, perché questa co-terapia non si può improvvisare!